Flying horses and motionless runners. Étienne-Jules Marey and the representation of movement in the art of the Ancients and the Moderns · The essay offers a specific perspective to analyze the relationship between photography and the visual arts in the second half of the nineteenth century. It proposes a cross-examination of Étienne-Jules Marey’s (1830-1904) text La Locomotion de l’Homme au point de vue artistique, one of the central chapters of Le Mouvement (1894). Here, Marey takes the side of an auxiliary function of photography with respect to the arts. According to a widespread argument at that time, photographic technology would have the function of correcting the errors artists continued to make in representing movement. The authors propose a critical analysis and discussion of Marey’s choice to pursue this hypothesis through a comparison between the representation of movement in the ancient world and the modern world; in particular, the authors focus their attention on the textual and iconographic sources used by Marey’s to elaborate his hypotheses.

Il saggio offre una prospettiva specifica per analizzare i rapporti tra fotografia e arti visuali nella seconda metà dell’Ottocento. Esso propone, infatti, un esame comparato del testo di Étienne-Jules Marey (1830-1904) La Locomotion de l’Homme au point de vue artistique, uno dei capitoli centrali di Le Mouvement (1894). Qui Marey prende partito per una funzione ausiliaria della fotografia rispetto alle arti. Secondo un’argomentazione allora diffusa, alla tecnologia fotografica spetterebbe il ruolo di correggere gli errori che gli artisti continuavano a compiere nella rappresentazione del movimento. Nel saggio le autrici propongono un’analisi critica della scelta di Marey di sostenere tale ipotesi attraverso un confronto tra la rappresentazione del movimento nel mondo antico e nel mondo moderno. In particolare le autrici concentrano la loro attenzione sulla discussione delle fonti testuali e iconografiche utilizzate da Marey per elab orare le sue tesi.

CAVALLI VOLANTI E CORRIDORI IMMOBILI. Étienne-Jules Marey e la rappresentazione del movimento nell’arte degli antichi e dei moderni

Bertelli;Maria Luisa
2021

Abstract

Il saggio offre una prospettiva specifica per analizzare i rapporti tra fotografia e arti visuali nella seconda metà dell’Ottocento. Esso propone, infatti, un esame comparato del testo di Étienne-Jules Marey (1830-1904) La Locomotion de l’Homme au point de vue artistique, uno dei capitoli centrali di Le Mouvement (1894). Qui Marey prende partito per una funzione ausiliaria della fotografia rispetto alle arti. Secondo un’argomentazione allora diffusa, alla tecnologia fotografica spetterebbe il ruolo di correggere gli errori che gli artisti continuavano a compiere nella rappresentazione del movimento. Nel saggio le autrici propongono un’analisi critica della scelta di Marey di sostenere tale ipotesi attraverso un confronto tra la rappresentazione del movimento nel mondo antico e nel mondo moderno. In particolare le autrici concentrano la loro attenzione sulla discussione delle fonti testuali e iconografiche utilizzate da Marey per elab orare le sue tesi.
Flying horses and motionless runners. Étienne-Jules Marey and the representation of movement in the art of the Ancients and the Moderns · The essay offers a specific perspective to analyze the relationship between photography and the visual arts in the second half of the nineteenth century. It proposes a cross-examination of Étienne-Jules Marey’s (1830-1904) text La Locomotion de l’Homme au point de vue artistique, one of the central chapters of Le Mouvement (1894). Here, Marey takes the side of an auxiliary function of photography with respect to the arts. According to a widespread argument at that time, photographic technology would have the function of correcting the errors artists continued to make in representing movement. The authors propose a critical analysis and discussion of Marey’s choice to pursue this hypothesis through a comparison between the representation of movement in the ancient world and the modern world; in particular, the authors focus their attention on the textual and iconographic sources used by Marey’s to elaborate his hypotheses.
Étienne-Jules Marey, Movement (Representation), Photography, Ancient Greek Art, Panathenaic Amphora, Parthenon (Frieze).
Étienne-Jules Marey, movimento (rappresentazione), fotografia, arte greca antica, anfora panatenaica, Partenone (fregio).
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Bertelli_Catoni (1).pdf

non disponibili

Tipologia: Versione Editoriale (PDF)
Licenza: Nessuna licenza
Dimensione 1.56 MB
Formato Adobe PDF
1.56 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.11771/19317
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
social impact